bdswiss erfahrungen

Il Kendama (けん玉 oppure 剣玉 oppure 拳玉) è un gioco tradizionale giapponese, può essere giocato da persone di tutte le età. All’apparenza facile, in realtà può rivelarsi molto impegnativo e complesso. Esistono più di mille manovre differenti che si possono creare giocando.

 Tutti possono giocare a questo gioco, maschi e femmine, giovani o vecchi. Si dice che il Kendama migliori la concentrazione e la tenacia. Al giorno d’oggi il Kendama non è più solo un giocattolo giapponese ma è diventato uno sport competitivo giocato in tutto il Giappone con diverse gare. Possiede un regolamento e una graduatoria ben precisa sotto cui classificare i giocatori. Da diversi anni ormai sta diventando popolare anche in Europa.

 Il Kendama dei giorni nostri deriva dal cosiddetto "Nichigetsuboru" (palla di Sole e Luna). Apparve per la prima volta nel periodo Taisho (1912-1926) e il suo nome deriva dalla palla rossa che ricorda il Sole e dalle coppe che ricordano degli spicchi di Luna.

 Tra il 1919 e il 1920, il signor Hamaji Elusa dell'area di Hiroshima, rispolverò il Kendama del periodo Meji, migliorandolo e ridisegnandolo col suo nuovo design detto Nichigetsuboru. Aveva il manico con una punta acuminata con la quale la palla veniva infilzata, e tre coppette di dimensioni diverse, una piccola, una media e una grande dove prendere la palla. Questa è l'invenzione del kendama moderno.

 Al tempo ogni Kendama era fatto a mano e con un tornio a piede, così ne venivano creati molti pochi.

 

 Materiale da gioco

1. Tama - Palla


2. Ken-Saki - Spike


3. Ko-Zara - Tazza piccola


4. O-Zara - Tazza grande


5. Ito - Filo


6. Ken - Corpo del Kendama


7. Suber-Dome - Anello antiscivolo


8. Marchio della Casa di produzione


9. Chu-Zara - Tazza media

Tecniche di impugnatura

Impugnatura Ozara

 

Ken tenuto tra pollice e indice con la punta rivolta verso il basso.

 

Impugnatura Tomeken

 

Ken tenuto tra pollice e le 3 dita, con la punta rivolta verso l’alto.

 

 

Impugnatura Tama

 

Palla tenuta tra le dita, con il foro rivolto verso l’alto.

 

Impugnatura Candela

 

Ken tenuto per la punta, tra pollice e due dita, con la tazza media rivolta verso l’alto.

 

 

Sequenze base

 

  1. : Tazza Grande (O-zara)

Impugnatura Ozara, con la tazza grande rivolta verso l’alto e con la palla bassa. Piega le ginocchia, poi solleva il Ken in verticale facendo così salire la palla, che dovrai far depositare sulla Tazza Grande.

 

  1. : Tazza Piccola (Ko-zara)

Impugnatura Ozara, con la Tazza Piccola rivolta verso l’alto e con la palla bassa. Piega le ginocchia, poi solleva il Ken in verticale facendo così salire la palla, che dovrai far depositare sulla Tazza Piccola.

 

  1. : Tazza Media (Chu-zara)

Impugnatura Ozara, con la tazza media rivolta verso l’alto e con la palla bassa. Piega le ginocchia, poi solleva il Ken in verticale facendo così salire

  1. : Candela (Rosoku)

Impugnatura Candela. Piega le ginocchia, poi solleva il Ken in verticale facendo così salire la palla, che dovrai far depositare sulla Tazza Media.

 

  1. : Sali e infilza (Tome-ken)

Impugnatura Tomeken e la palla bassa. Piega le ginocchia, poi solleva il Ken in verticale facendo così salire la palla. Sposta poi la punta sotto la palla, in modo da infilzarla mentre ricade.

 

  1. : Aeroplano (Hikoki)

Impugnatura Tama, il Ken in basso tenuto dall’altra mano, tiralo verso di te per poi lasciarlo andare in avanti. A questo movimento segue quello della palla, che viene tirata verso il corpo. Questo farà salire il Ken in una mezza rotazione, attendi quindi la ricaduta del Ken, per poterlo infilare nella palla

 

 

Link utili

        

Associazione Italiana Kendama

http://www.kendamaitalia.it/

https://www.facebook.com/groups/31713844404/?fref=ts

 

 

 

Tuesday the 24th - SIto creato da Leonardo e Lorenzo (VenetoGo 2014) - Hostgator Coupon Template